come spiare whatsapp a distanza

Come spiare WhatsApp a distanza: tutti i metodi e le soluzioni

Indice
  1. È possibile spiare una chat di WhatsApp? 
  2. Come controllare WhatsApp con mSpy iPhone?
  3. Come spiare WhatsApp da remoto con mSpy Android? 
  4. Quali funzioni aggiuntive puoi sfruttare? 
  5. È possibile spiare conversazioni WhatsApp senza installare programmi? 
  6. Una conclusione sullo spionaggio a distanza di WhatsApp 

Se ti sei chiesto almeno una volta come spiare WhatsApp a distanza, il motivo è probabilmente serio. Certo, la curiosità può giocare un ruolo fondamentale, ma ci sono spesso delle motivazioni più preoccupanti che ci spingono a cercare un’app per spiare WhatsApp e simili.

Puoi far parte di una coppia in cui aleggia nell’aria il sospetto dell’infedeltà o essere un datore di lavoro che vuole avere il pieno controllo sui propri dispositivi aziendali.

O ancora essere un genitore preoccupato: sapevi che secondo uno studio, il 90% dei ragazzi tra gli 8 e i 16 anni guarda pornografia? Questo non solo li espone ha contenuti non adatti alla loro età, ma potrebbe spingerli a emularli per sconosciuti su WhatsApp.

In questo articolo andremo quindi a vedere tutti i metodi su come controllare WhatsApp e altri servizi di messaggistica, da quelli più difficili a quelli più facili.

Rispettiamo la tua privacy

È possibile spiare una chat di WhatsApp? 

Rispondere a questa domanda è piuttosto semplice: ogni sistema può essere penetrato e ogni sistema di sicurezza aggirato. In particolare, in un app come WhatsApp esistono diversi metodi a nostra disposizione per scoprire i segreti che cela.

Sebbene spiare le conversazioni di WhatsApp senza installare programmi possa risultare difficile, anche questo è ottenibile grazie alle funzioni stesse di WhatsApp.

In questa sezione dell’articolo vedremo quindi quali sono i metodi a tua disposizione per spiare una chat di WhatsApp, cominciando con quello più tecnico (ovvero il Mac Spoofing) per arrivare a una soluzione efficace e alla portata di tutti.

Vediamo, quindi, in che modo è possibile spiare WhatsApp da remoto. 

Tecnica di hacking Mac Spoofing (Molto difficile)

Il primo metodo che ti mostrerò oggi è sicuramente il preferito dagli hacker più navigati, sebbene possa risultare troppo complicato per l’utente comune.

Per poter attuare la tecnica del Mac Spoofing, avrai bisogno di ottime capacità nell’uso del computer e l’accesso al telefono che vuoi spiare.

La teoria dietro a questo sistema spia di WhatsApp è di facile comprensione: devi sapere che ogni telefono ha un codice MAC identificativo tramite il quale ha accesso a Internet.

Una sorta di codice fiscale, quindi, unico per il tuo dispositivo. Lo scopo del Mac Spoofing è diviso in due fasi:

  • Individuazione del codice MAC del dispositivo che vogliamo spiare.
  • “Camuffamento” del nostro codice MAC con quello del nostro obiettivo.

Praticamente, per semplificare il concetto, è come se ritagliassimo il codice fiscale da una tessera sanitaria e lo incollassimo sulla nostra.

Una volta svolti questi due passi, potremo semplicemente disinstallare WhatsApp e installarlo nuovamente: il telefono invierà alla compagnia il codice MAC che stiamo impersonando e potremo così leggere i messaggi WhatsApp di un altro numero.

Naturalmente tutto questo è molto più facile a dirsi che a farsi, per questo la maggior parte delle persone che cercano un metodo su come spiare WhatsApp, usa uno dei seguenti. 

Usare WhatsApp Web come strumento di spionaggio (Facile)

spiare conversazioni whatsapp senza installare programmi

Chiunque abbia usato WhatsApp Web una volta, avrà pensato di poterlo utilizzare come punto di accesso verso il dispositivo di un’altra persona.

Si tratta di una funzione integrata dentro lo stesso WhatsApp che ti permette di controllare i tuoi messaggi direttamente su computer, scannerizzando un codice QR con il telefono.

Per questo molti utenti che desiderano spiare WhatsApp senza telefono provano a sfruttare questo metodo, in quanto è necessario solo un accesso iniziale per poter effettuare un controllo a distanza nel tempo.

Se, sulla carta, WhatsApp Web risulta essere quindi una soluzione ideale, in realtà ci sono molti limiti che lo rendono poco affidabile.

Sebbene la difficoltà di questo metodo sia bassa, infatti, lo è anche la sua percentuale di successo, in quanto WhatsApp ti ostacola con:

  • Notifiche sul telefono bersaglio che la funzione WhatsApp Web è in funzione (le quali possono farci scoprire dalla vittima).
  • Disattivazione del sistema di WhatsApp Web se il telefono su cui è installata l’applicazione si trova troppo lontano.
  • Disattivazione del sistema di WhatsApp Web qualora il telefono dovesse essere spento.

Non risulta quindi essere un’opzione valida nella maggior parte dei casi, cosa che ci spinge verso il metodo più semplice e funzionale. 

mSpy come app spia su WhatsApp (Molto Facile)

spiare chat whatsapp mspy

Se stai cercando un metodo su come controllare il WhatsApp di un’altra persona, probabilmente avrai già sentito parlare delle app spia. Si tratta di un gruppo di applicazioni che vengono installate direttamente sul telefono bersaglio e che permettono diversi gradi di controllo sul dispositivo.

Sebbene abbiano un costo (mensile o annuale) a oggi sono la miglior soluzione per l’utente medio in quanto non richiedono conoscenze di informatica o strumenti costosi.

Nell’articolo di oggi prendiamo in esame una delle app più conosciute nel settore, ovvero mSpy, la quale gode di un palco di funzioni molto ampio e dal prezzo contenuto.

Ma, soprattutto, la sua installazione è estremamente semplice e richiede non più di qualche minuto.

La velocità di installazione di un’app spia è un fattore fondamentale. Infatti, per installarla avrai bisogno di avere accesso al dispositivo e meno tempo lo terrai in mano (magari fingendo di dover fare una chiamata), meno sospetti farai nascere nel tuo obiettivo.

Vediamo insieme come funziona quest’app sui due dispositivi mobile principali, ovvero quelli che usano un sistema operativo iOS o Android. 

Come controllare WhatsApp con mSpy iPhone?

Parliamo della “Ferrari” nel mondo degli smartphone. Come vedere con chi chatta una persona su WhatsApp del suo iPhone?

Fortunatamente il processo di installazione di mSpy è piuttosto lineare e si dipana in quattro passi che andremo ora a vedere. 

Passo 1. Creare un account mSpy

spia whatsapp mspy

Una volta arrivati sul sito di mSpy, il primo passo da compiere è quello di creare un proprio account. Questo ci servirà non solo durante l’acquisto dell’applicazione, ma anche per monitorare tutte le informazioni che vogliamo ottenere dal pannello di controllo.

Per questo ti consigliamo di fare molta attenzione al momento della creazione e di non usare email a cui ha accesso il bersaglio che vuoi spiare, per evitare di destare sospetti prima ancora di installare l’applicazione spia. 

Passo 2. Scegliere il dispositivo e scaricare mSpy

leggere messaggi whatsapp di unaltro numero mspy

Ora che hai creato l’account, devi scegliere il dispositivo. Attenzione: non si tratta del dispositivo che utilizzerai tu per monitorare il WhatsApp “nemico”, in quanto il pannello di controllo può essere raggiunto tramite qualsiasi browser, ma del dispositivo bersaglio.

mSpy, infatti, permette di spiare sia dispositivi iOS che Android, ma è necessario specificare quale dei due per ottenere l’applicazione corretta. 

Passo 3. Scegli il tuo piano

come controllare whatsapp

Arriviamo quindi al pagamento. Sebbene tante persone cerchino una soluzione gratuita per ottenere il medesimo risultato, ricordiamo che spesso queste risultano essere pericolose per la tua privacy e quella del tuo bersaglio.

Le soluzioni gratuite, infatti, spesso nascondono dei virus o degli spyware che avrebbero libero accesso alle tue informazioni.

Nel caso di mSpy, potrai scegliere tra un pacchetto della durata di 1 mese, 3 mesi o 1 anno. L’ultima opzione è chiaramente la più conveniente, ma viene data la possibilità di scelta per chi vuole utilizzare l’app per un breve periodo.

Passo 4. Iniziare a spiare su iOS

A questo punto puoi procedere allo spionaggio dopo l’installazione. Per poter installare mSpy su un dispositivo iOS, questo dover essere dotato di Jailbreak.

In questo caso, non ti resta che aprire l’app Cydia e inserire tra le fonti il link fornito da mSpy al momento dell’acquisto.

E avrai finito: il processo è estremamente veloce e non richiede più di cinque minuti, un lasso di tempo che non insospettirà il bersaglio anche qualora gli si debba chiedere il telefono in prestito.

Come spiare WhatsApp da remoto con mSpy Android? 

Parliamo anche di come ottenere il medesimo risultato qualora il dispositivo che vogliamo spiare sia di tipo Android. D’altronde si tratta del sistema operativo più diffuso, per questo è bene sapere cosa dovremo affrontare.

Come detto in precedenza, anche in questo caso il processo di installazione è molto veloce e sotto diversi punti di vista identico a quello per iPhone.

L’unica differenza si trova al momento dell’installazione stessa di mSpy, come avremo modo di vedere in seguito.

Passo 1. Creare un account mSpy 

Ancora una volta, il tutto comincia con la creazione dell’account sul sito di mSpy. Gli accorgimenti sono sempre gli stessi: utilizza una password che ti ricordi e un’email a cui il bersaglio non ha accesso. 

Passo 2. Scegliere il dispositivo e scaricare mSpy

Anche in questo caso dovrai scegliere il dispositivo che vuoi spiare, solo che stavolta (chiaramente) dovrai optare per la soluzione Android.  

Passo 3. Scegli il tuo piano

Il costo del piano di mSpy non varia in base al sistema operativo utilizzato dal dispositivo da spiare, quindi le soluzioni che abbiamo visto in precedenza sono valide anche in questo caso.

Opta per il piano che risponde meglio alle tue esigenze e passa all’installazione.

Passo 4. Iniziare a spiare su Android 

Arriviamo quindi alla vera e propria installazione. Android utilizza un sistema di sicurezza che impedisce, di base, l’installazione di app la cui provenienza non sia accertata.

Per aggirare questo problema e installare mSpy, dovrai semplicemente cambiare un’opzione nel pannello di controllo del telefono.

  1. Comincia con andare nelle impostazioni. Qui scorri fino alla sezione sicurezza e abilita l’opzione che permette il download da fonti non verificate per poter scaricare l’applicazione.
  2. A questo punto il procedimento è facilissimo: non devi far altro che inserire il link fornito al momento dell’acquisto nel browser del telefono e scaricare così il file. L’estensione di quest’ultimo sarà .apk, come tutte le applicazioni di Android.
  3. Non ti resta che avviare l’applicazione e seguire il processo di installazione guidata, in cui ti verrà spiegato cosa fare per garantirle il corretto funzionamento.

Anche se, rispetto all’iPhone, il processo può sembrare più contorto, in realtà si tratta semplicemente di abilitare un’opzione in più e quindi ci vorranno i soliti cinque minuti. 

mSpy banner
Ottieni mSpy con il 30% di sconto

Quali funzioni aggiuntive puoi sfruttare? 

Se hai scelto mSpy, ti ritroverai a godere non solo di un controllo su WhatsApp, ma un controllo pressoché completo del dispositivo.

L’applicazione, infatti, gode di numerose funzioni aggiuntive, come ad esempio:

  • Possibilità di tracciamento tramite GPS per sapere sempre la posizione del bersaglio.
  • Monitorare e leggere i messaggi di tutte le app di messaggistica.
  • Controllo delle telefonate e della navigazione.
  • Blocco di determinati siti e applicazioni (particolarmente utile per i genitori che vogliono tutelare i propri figli).

Naturalmente ci sono numerose altre funzioni che renderanno il pannello di controllo un vero e proprio portale sul dispositivo della “vittima”.

È possibile spiare conversazioni WhatsApp senza installare programmi? 

Navigando su Internet troverai sicuramente dei siti che ti propongono dei metodi rivoluzionari per spiare le chat di WhatsApp senza avvicinarti di un metro al dispositivo in questione.

Ti invitiamo a diffidare da queste soluzioni miracolose, in quanto, come abbiamo detto in precedenza, spesso rappresentano un rischio fondamentale per la tua sicurezza e la tua privacy.

Ad oggi le uniche soluzioni che permettano di spiare senza utilizzare programmi sono quelle che abbiamo visto in precedenza, come appunto WhatsApp Web, che però soffrono di pesanti limitazioni e richiedono comunque un accesso al dispositivo almeno una volta.

Una conclusione sullo spionaggio a distanza di WhatsApp 

Infine, prima di porre il punto finale a questo articolo di approfondimenti, ti ricordiamo di usare con attenzione le informazioni che hai letto oggi.

Questo articolo nasce sia per guidare le persone a ottenere le informazioni di cui hanno bisogno nel rispetto della legge, sia per informarti sui rischi che corri a causa di questi metodi.

Il modo migliore per evitare che qualcuno legga le tue chat privato è quello di evitare di prestare il tuo telefono in giro e non aprire link sconosciuti, in quanto quest’ultimi potrebbero contenere virus o dei keylogger.

Se invece devi spiare tuo figlio per la sua sicurezza o il tuo compagno perché temi un episodio di infedeltà, il consiglio è quello di affidarsi a un’app rinomata come mSpy.

Lascia una risposta:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *