come clonare un telefono

Come clonare un telefono: I metodi più efficaci

Indice
  1. Clonare cellulare a distanza: è possibile?
  2. Perché utilizzare un’app clona telefono?
  3. Come funziona mSpy app clona telefono?
  4. Telefono clonato con Google Drive per Android
  5. Come clonare telefono Android tramite Bluetooth?
  6. Conclusioni

Clonare un cellulare vuol dire creare una copia delle informazioni e dei dati contenuti al suo interno su un altro dispositivo. Si tratta di un’operazione generalmente piuttosto complessa, ma sono stati messi a punto strumenti e programmi ad hoc che snelliscono e alleggeriscono la procedura, rendendola decisamente più semplice e alla portata di tutti.

Abbiamo redatto questa mini-guida con il preciso scopo di illustrare come clonare un telefono e accedervi da remoto senza doverlo maneggiare manualmente.

Clonare cellulare a distanza: è possibile?

Si può clonare un telefono? La risposta è sì, ed è più facile di quel che sembra. Clonare un cellulare con uno spyware messo a punto specificatamente per monitorare a distanza le attività di un altro dispositivo è piuttosto semplice. 

È altresì possibile ricorrere a strumenti di trasferimento dati, backup e ripristino del dispositivo. Se hai un dispositivo Apple, puoi ricavarne una copia esatta da un backup di iTunes o iCloud. 

Se si tratta di un dispositivo Android, è necessario ricorrere all’ausilio di uno spyware, come ad esempio mSpy, che rileva i dati dallo stesso e li trasferisce al Pannello di Controllo, da cui possono essere consultati in ogni momento, senza limitazioni.

Consigliamo, però, di diffidare dalle piattaforme gratuite palesemente scam a cui si viene reindirizzati cercando sui motori di ricerca “clonare iPhone” o “clona telefono app”. Si tratta di soluzioni che, oltre a essere prive di ogni efficacia, spesso celano attività fraudolente.

Rispettiamo la tua privacy

Perché utilizzare un’app clona telefono?

I motivi che possono portare a ricorrere all’uso di una app clona telefono per controllare da remoto l’attività telefonica di qualcun altro sono tanti e possono sorgere da esigenze diverse.

Ne offriamo di seguito un’approfondita panoramica.

Vigilare sui figli minorenni e tutelare la loro sicurezza online

I genitori o chi ne fa le veci hanno il pieno diritto di servirsi di apposite strumentazioni per controllare il cellulare dei figli di minore età, al fine di salvaguardare la loro sicurezza sul web e svolgere il proprio dovere di vigilanza e controllo.

Poter ottenere una copia delle informazioni contenute sul dispositivo dei figli con un’apposita app per clonare telefono Android o Apple può essere provvidenziale per scongiurare il rischio che i minori si mettano nei guai o cadano vittime di cyberbulli, pedofili, hacker, false identità, troll, pirati informatici e cybercriminali.

Proteggere i familiari più anziani, soli e fragili

Un’app clona telefono può rivelarsi utile anche per il monitoraggio a distanza dei familiari e parenti più anziani, soli e fragili. Poter controllare il registro delle chiamate e i messaggi ricevuti può aiutare a difendersi da tentativi di raggiro, frodi digitali, esche sessuali, phishing e fake news.

Inoltre, la possibilità di controllare a distanza la loro posizione e seguire i loro spostamenti può rivelarsi provvidenziale qualora si allontanano a piedi, in auto o con i mezzi pubblici, perdessero l’orientamento e avessero difficoltà a fare ritorno a casa.

Scoprire se il partner intrattiene relazioni clandestine

Il web offre un accesso immediato al contatto interpersonale, rendendo incontri occasionali, avventure adulterine, tradimenti e fugaci flirt a portata di tap. 

Se noti che il partner ha un atteggiamento insolito e sospetti che nasconda qualcosa, poter ottenere una copia dei dati contenuti sul suo smartphone può certamente aiutarti a fare luce sulla questione e scoprire la verità.

Monitorare la resa dei dipendenti sul posto di lavoro

Ogni datore di lavoro ha il diritto di clonare telefono e tablet aziendale dei dipendenti dalla sua azienda per monitorare da remoto la condotta degli stessi e assicurarsi che lavorino con profitto, non perdano tempo durante l’orario di servizio e non comunichino dati aziendali a soggetti non autorizzati.

app clona telefono

Come funziona mSpy app clona telefono?

Come accennato, con mSpy, tra le migliori soluzioni per il controllo parentale disponibili sul mercato, puoi ottenere una copia dei dati contenuti nel dispositivo di un’altra persona e consultarli in qualsiasi momento dall’apposito Pannello di Controllo, il fulcro del programma.

Vediamo nel dettaglio quali informazioni è possibile rilevare dal telefono clonato con mSpy: 

  • Messaggi, immagini, foto e video inviati e ricevuti sulle piattaforme di instant messaging.
  • Registro delle chiamate in entrata e in uscita.
  • Elenco delle app installate sul device.
  • Parole digitate sulla tastiera del dispositivo.
  • Attività sui social media.
  • SMS, email e MMS inviati e ricevuti.
  • Cronologia di navigazione.
  • Segnalibri del browser.
  • Rubrica e lista dei contatti.
  • Eventi salvati in agenda e nelle note del calendario.
  • Contenuti multimediali, immagini e filmati inviati, ricevuti, condivisi e scaricati.
  • Posizione GPS del cellulare.
  • Percorsi effettuati e ultime località visitate.
  • Reti Wi-Fi a cui si connette il dispositivo.

Con milioni di utenti soddisfatti in tutto il mondo, mSpy (da non confondere con mspyitaly, un servizio diverso) consente anche di catturare l’immagine dello schermo del telefono clone con l’apposita funzione Screenrecorder, bloccare le chiamate in entrata da determinati mittenti, e impedire completamente l’accesso a internet o a specifici contenuti. 

Come vedi, mSpy offre gli strumenti non solo per clonare un cellulare a distanza, ma consente di analizzare approfonditamente l’intera attività telefonica, digitale e di navigazione.

Perché scegliere mSpy?

Prova a fare qualche ricerca in rete, e a consultare blog, forum e gruppi di discussione in cui gli internauti si scambiano informazioni su come clonare un telefono. Noterai che mSpy è spesso menzionato come la soluzione più completa, affidabile, performante, sicura e alla portata di tutti. 

Vediamo quali sono oggettivamente i punti di forza di mSpy:

  • Facilità di utilizzo: a differenza di molti programmi analoghi, mSpy non richiede conoscenze informatiche eccelse.
  • Installazione rapida: la procedura di installazione richiede soli 5 minuti ed è estremamente semplice, rapida e intuitiva.
  • Funzionamento in modalità stealth: puoi monitorare un telefono a distanza senza che il possessore se ne accorga.
  • Prezzi accessibili (molto meno di un caffè al giorno) e possibilità di scegliere tra diversi piani di abbonamento.
  • Assistenza clienti in lingua italiana, disponibile 24 ore su 24 via chat, email e telefono;
  • Funzionalità avanzate e strumenti innovativi, che consentono di effettuare un monitoraggio a tutto tondo dell’attività telefonica e online.
  • Massima sicurezza, rispetto della privacy e tutela dei dati personali degli utenti.

Il software mSpy adopera i più recenti protocolli di crittografia per assicurare che i dati rilevati dal sistema durante il monitoraggio a distanza siano al sicuro.

C’è ampia scelta di programmi per il parental control e il family tracking che consentono di controllare un telefono da remoto, ma mSpy è l’unico in grado di coniugare funzionalità avanzate, facilità di utilizzo e prezzi accessibili. Altri programmi hanno costi proibitivi o un funzionamento complicato, che li rende adatti esclusivamente a un uso settoriale da parte di professionisti ed esperti di informatica.

Mini guida step-by-step per usare mSpy sui dispositivi Android

Il software mSpy è compatibile sia con i dispositivi Android che iOS. Vediamo dettagliatamente come utilizzare il programma sui cellulari con sistema operativo Android.

  1. Visitare il sito www.mspy.it in lingua italiana.
  2. Cliccare su “Compatibilità” per verificare che il cellulare da monitorare sia compatibile con il programma.
  3. Cliccare su “Prova ora” e creare un account mSpy.
  4. Selezionare l’icona Android per indicare il sistema operativo del dispositivo da sorvegliare.
  5. Scegliere l’abbonamento più adatto alle proprie esigenze: puoi scegliere tra piano mensile, trimestrale e annuale. 
  6. Procedere con l’acquisto.
  7. Disattivare la protezione Google Play Protect direttamente dalle impostazioni di Android.
  8. Installare l’applicazione sul telefono da monitorare, seguendo le indicazioni ricevute via email.
  9. Accedere al proprio account.
  10. Cliccare su Bacheca in alto a sinistra e iniziare il monitoraggio.

Come vedi, iniziare a usare mSpy su uno smartphone Android è molto semplice. La procedura di installazione, nello specifico, richiede solo pochi minuti.

Mini guida step-by-step per usare mSpy sui dispositivi Apple

Il software mSpy, a differenza di molte app per il parental control, è compatibile con i dispositivi Apple con sistema operativo iOS. 

Vediamo come iniziare a usare mSpy su un iPhone.

  1. Iscriviti a mSpy.it. Assicurati di usare un indirizzo email valido e di ricordare le credenziali del tuo account personale.
  2. Sottoscrivi un abbonamento: analogamente a quanto indicato per Android, puoi scegliere tra un piano mensile, trimestrale e annuale.
  3. Effettuare il jailbreak dell’iPhone da monitorare per usufruire delle funzionalità avanzate di mSpy.
  4. Inserire le credenziali iCloud sull’iPhone della persona da monitorare.
  5. Abilitare il backup di iCloud.
  6. Installare mSpy sul dispositivo da monitorare.
  7. Accedere alla propria dashboard.
  8. Iniziare a monitorare a distanza l’attività telefonica. 

Così facendo, otterrai l’accesso remoto a un dispositivo Apple tramite il Pannello di Controllo, a cui potrai collegarti in qualsiasi momento da computer o smartphone e fruire dei dati rilevati nel telefono monitorato.

Telefono clonato con Google Drive per Android

Sapevi che con Google Drive puoi salvare i dati del dispositivo in cloud? Google Drive corrisponde grossomodo a iCloud per i device Apple, e consente di sincronizzare i dati e le informazioni tra dispositivi Android con il medesimo account. 

Per clonare un telefono Android, puoi usare Google Drive, effettuare il backup e successivamente copiare i dati sul tuo smartphone per analizzarli. Vediamo come.

Step 1. Backup & Reset

Accedi a Impostazioni sul telefono Android da monitorare. Scorri verso il basso per individuare la voce Backup & Reset, e attivala per creare un backup dei dati presenti sul dispositivo. Ricorda l’account con cui stai facendo il backup, perché dovrai accedere con lo stesso account su un nuovo telefono Android per migrare i dati.

Step 2. Backup e configurazione

Avvia il backup su Google Drive. Tieni presente che ci vorrà del tempo per completare l’operazione. Al termine del processo, puoi accedere al nuovo telefono Android ed eseguire la configurazione.

Step 3. Sincronizzazione

Accedi con lo stesso account Google sul tuo telefono, e questo si sincronizzerà automaticamente con l’account Google. Il backup dei dati del cellulare verrà inviato sul tuo dispositivo. Qui potrai indicare l’ultimo backup e selezionare l’opzione “Ripristina” per replicare i dati del telefono Android sul tuo cellulare.

Se sei a conoscenza dei dati di accesso all’account Google della persona da monitorare e hai un po’ di tempo a disposizione, puoi provare a utilizzare questo metodo per trasferire i dati del suo telefono Android al tuo cellulare.

Come vedi, però, si tratta di un’operazione lunga e complicata, e che richiede obbligatoriamente di maneggiare a lungo il dispositivo della vittima per poter essere portata a termine.

clonare telefono

Come clonare telefono Android tramite Bluetooth?

Con Bluetooth è possibile trasferire alcuni dati da un telefono Android all’altro. Si tratta di un’operazione piuttosto lunga, ma tutto sommato abbastanza semplice. 

Prima di procedere, però, è doveroso precisare che non è possibile effettuare il trasferimento di dati da Android a iPhone tramite Bluetooth, a causa delle restrizioni imposte da Apple relativamente all’utilizzo di tale tecnologia. Pertanto, questa operazione può essere eseguita solo tra dispositivi con sistema operativo Android.

Vediamo passo passo come clonare smartphone Android con Bluetooth.

Step 1. Attivazione del Bluetooth

Apri la home screen del cellulare da monitorare, accedi a Impostazioni, fai tap sulla voce Bluetooth e sposta la levetta per attivare il servizio. Assicurati che il tuo telefono sia impostato in modalità di scoperta.

Step 2. Connessione

Sul telefono della vittima, seleziona il tuo cellulare come dispositivo di destinazione, inserisci la chiave che appare su entrambi e avvia la connessione.

Step 3. Trasferimento dei dati

Una volta che la connessione tra i due device è stata stabilita, puoi trasferire i dati dal telefono della vittima al tuo. Tieni presente che l’operazione è piuttosto lunga.

Step 4. Condivisione

Accedi a File Manager nel dispositivo Android della vittima e seleziona i dati che desideri trasferire al tuo cellulare, dopodiché fai tap su Menu e seleziona Condividi. 

Come puoi vedere, per effettuare il trasferimento dei dati contenuti in un dispositivo Android tramite Bluetooth è necessario maneggiare lungamente il telefono della vittima, operazione che molto spesso non è possibile fare.

Conclusioni

Abbiamo descritto dettagliatamente i vari metodi con cui è possibile creare una copia di un cellulare su un altro dispositivo. Puoi utilizzare Google Drive, Bluetooth e software messi a punto specificatamente per consentire di ottenere l’accesso remoto a un altro device. Tra le varie soluzioni illustrate, è evidente che il metodo migliore e più efficace per clonare un cellulare a distanza consista nel ricorrere all’uso di apposite app spia, come mSpy.

Lascia una risposta:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.